28 ott 2011

Marmellata di castagne

E' tempo di castagne e, come ogni anno,  preparo una deliziosissima marmellata da regalare a Natale a parenti ed amici. Ho pensato di condividere con voi questa ricetta poichè è una vera delizia per il palato!!!! Se siete golosi come me provatela!!!! Innanzi tutto gli ingredienti:
  1. 1 kg di marroni
  2. 400 gr di zucchero
  3. 2 fialette di vaniglia
  4. acqua
La prima cosa da fare è intaccare con il coltello la buccia
poi si mette tutto nella pentola e si fa bollire un paio di minuti

scolatele e, anche se bollenti, cominciate subito a togliere buccia e pellicina poichè se si raffreddano queste verranno via con più difficoltà, non importa se si sbriciolano un po'
terminata la sbucciatura mettete il tutto in una pentola e fate ancora bollire 2 minuti

nel frattempo occorre preparare lo sciroppo di zucchero per farlo occorrono 2 bicchieri riempiti a metà di acqua in ognuno dei quali andrà versato, sempre mescolando 200 gr di zucchero, è importante mescolare continuamente poichè l'acqua deve assorbire tutto lo zucchero e mi raccomando l'acqua a metà bicchiere poichè con lo zucchero ricresce fino a colmarlo e deve essere denso come lo sciroppo!!!

torniamo alle castagne, finita la bollitura scolatele e versatele nel passaverdura o anche nello schiacciapatate
alla fine otterrete questo composto

versatelo in una pentola e aggiungete i bicchieri di sciroppo e le 2 fiale di vaniglia
fate cuocere  il tempo che si tiri un po', non deve essere troppo liquida ma neanche dura poi versatela nei vasetti e mettete a sterilizzare facendoli bollire circa 10 minuti. Se volete potete anche sterilizzarli prima i vasetti e quando versate la marmellata metteteli a testa in giù, l' importante è che il vasetto
crei il sottovuoto per conservare meglio. Ecco alcuni dei miei pronti!!!!!
devo mettere le etichette e le decorazioni poi sono pronti per i cestini di Natale!!!

25 ott 2011

Coprispalle da una maglia

Conservavo questa maglia già da un paio di anni in attesa di trovare l'ispirazione giusta per riutilizzarla. Ho pensato mille cose ma alla fine l'idea del coprispalle mi sembrava quella più adatta così mi sono messa all' opera ed ho realizzato il mio primo coprispalle sul quale ho applicato le roselline di stoffa!!!!!!

Prima
Dopo

22 ott 2011

Roselline di stoffa

Sicuramente uno dei modi più utili e divertenti per recuperare i ritagli di stoffa è quello di creare i fiori da applicare su capi d'abbigliamento ed accessori, oggi vi faccio vedere come ho realizzato delle roselline:
ho preso 2 ritagli lunghi 12 cm e larghi 1 cm, ma se ne possono fare di svariate misure,
ho sovrapposto le 2 estremità una sull'altra ed ho fermato con ago e filo effettuando un punto invisibile

ho continuato ad avvolgere i due ritagli uno sull'altro fermando ancora con ago e filo
ho continuato la stessa operazione fino a raggiungere la fine fermando con ago e filo ogni volta.

Per formare la rosellina ho avvolto le estremità intorno al dito fermando sempre con un punto invisibile,

poi ho avvolto tutto il resto senza stringere ma lasciando un po' morbido per completare la rosa

a questo punto si ferma per l'ultima volta così la rosa è chiusa e finita.

Ecco un po' di roselline pronte per essere applicate!!!!!
Per realizzare queste roselline è meglio utilizzare il feltro o una stoffa pesante.

17 ott 2011

Dizionario tessile

Acetato....Filanca....Impuntura....Laminato....Operato...Satinato e in quanti termini ancora ci siamo spesso imbattute senza sapere realmente il loro significato!!!! Al riguardo oggi voglio segnalarvi questo blog molto interessante http://trama-e-ordito.blogspot.com/  dove si possono trovare informazioni e curiosità sul mondo del tessile e della moda ed in più un preziosissimo dizionario che vi aiuterà a districarvi tra i vari termini tecnici e non solo. Ringrazio immensamente l'autore del blog per il lavoro svolto e per l'utilissimo dizionario tessile che ha generosamente messo a disposizione di chiunque voglia consultarlo.

16 ott 2011

Puntaspilli a modo mio

Avevo bisogno di un nuovo puntaspilli e ne ho creato uno recuperando dei materiali che avevo in casa.
Ho preso un coperchio dal diametro di 8 cm e con il bordo alto (lo riconoscete sicuramente)
poi ho tagliato un calzetto di mia figlia che non le entra più

ho preso un avanzo di gommapiuma alta 1,5 cm sul quale ho preso la misura del coperchio
ricavandone 2 cerchi

che ho inserito dentro al coperchio
poi ho infilato il calzetto tagliato fino a ricoprire la parte di sotto
ecco infatti il fondo del coperchio
ho chiuso la parte in alto con una cucitura a mano

infine, per rifinire, ho applicato un cerchio lavorato in cotone e fermato con un bottone ed il nuovo originale puntaspilli è pronto per essere utilizzato

14 ott 2011

Modellina: rivista di cucito

Mi fermo spesso a guardare le riviste all'edicola..cucito creativo, patchwork, maglia insomma tutto ciò che ispira la mia creatività e fra le varie trovo sempre quella che cattura la mia attenzione più delle altre così non resisto e l'acquisto subito!!!!! Compro spesso anche Burda e La mia Boutique, riviste famosissime,  in quanto offrono cartamodelli per cucire da zero abiti per donna e bambino. Ieri, invece, ho scoperto l'esistenza di un'altra rivista di cucito con cartamodelli allegati: Modellina che esce anche nella versione Simplicity facile.
I modelli proposti sono belli e giovanili direi adatti ad ogni età, nella versione normale ci sono cartamodelli dalla taglia 40 alla 52 mentre nella versione Simplicity le linee per taglie forti arrivano anche alla 58. Per entrambe le versioni al loro interno si trova la sezione "scuola di cucito" molto utile ed interessante da seguire.
Non resta che trovare il primo modello da tagliare e cucire!!!!

11 ott 2011

Togliere il cappuccio alla maglia

Il mio piccolino proprio non sopporta le maglie con il cappuccio così ho preso questa maglia che non voleva indossare ed ho deciso di farle un nuovo collo!!!! Per realizzarlo ho pensato di sfruttare comunque il cappuccio esistente così, dallo scollo ho lasciato tutto intorno 5 cm
poi ho tagliato

ho rifinito la parte tagliata con lo zig-zag molto piccolo e stretto, ho ripiegato tutto intorno il collo su se stesso e, dopo aver imbastito, ho cucito a macchina, ecco il davanti

ed il dietro del nuovo collo così finalmente il mio piccolino indosserà la maglia senza fare capricci!!!

05 ott 2011

Filo..Ago..Tessuto

Come l'ago anche la scelta del filo è importante poichè determina la tenuta della cucitura delle vostre creazioni che siano realizzate a macchina o a mano. I fili scadenti si lacerano facilmente, si spezzano spesso durante la cucitura a macchina quindi la scelta migliore è sicuramente l'acquisto di filati pregiati quali Gutermann, Cantoni Coats, Tre Stelle, Madeira. Solo per l'imbastitura potete utilizzare un filo meno robusto e meno pregiato ed in commercio si trovano spolette apposite molto economiche.
Se volete ottenere il miglior risultato per le vostre cuciture a macchina dovete fare molta attenzione alla giusta combinazione di filo, ago e tessuto infatti più il tessuto è leggero più dovete utilizzare ago e filo sottile,  più il tessuto è pesante più dovete utilizzare ago e filo grosso. Al riguardo consiglio di consultare il prezioso manuale della vostra macchina da cucire poichè al suo interno troverete sicuramente una tabella specifica con i vari tipi di tessuto ed i relativi filo ed ago giusti da utilizzare.
Un altro piccolo accorgimento è quello di preparare la spolina con il filo della spoletta che dovete utilizzare al momento della cucitura quindi non lasciate mai tante spoline pronte con fili di cui non ricordate più marca e grandezza.

01 ott 2011

La gonna palloncino

La gonna palloncino è un capo che ultimamente è molto di moda così, spulciando nel web, ho trovato questo fantastico tutorial, di cui ringrazio immensamente l'autrice, con l'aiuto del quale ho cucito ben 2 gonne per mia figlia, una in maglina con elastico e l'altra in tessuto normale con lampo sul fianco. Ecco le foto!!!!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...